Festa della Musica a Todi: Un Evento Imperdibile dal 21 al 23 Giugno

 

Dal 21 al 23 giugno, la splendida città di Todi, situata nel cuore dell’Umbria, si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto per la tanto attesa Festa della Musica. Questo evento, ormai tradizione consolidata, attira ogni anno migliaia di appassionati di musica, turisti e curiosi, offrendo un’esperienza unica tra le storiche vie e piazze di una delle città più affascinanti d’Italia.

Continue Reading

A Todi la prima edizione di “Amati Festival “: 1-2 giugno

Il 1° e il 2 giugno a Todi si terrà la manifestazione ” Amati Festival”  :un evento organizzato dall’associazione “Mi Fido di Te”, a cui verranno devoluti i proventi della raccolta fondi “Nutrire la Consapevolezza”, dalla rete dei Centri DCA della Asl Umbria1 e dall’associazione V.E.G.A., che proporrà, una serie di eventi dedicati al problema dei disturbi alimentari.

Il programma della due giorni prevede, a partire dal pomeriggio del 1° giugno, un talk che si svolgerà presso i Palazzi Comunali, un’esibizione delle scuole di danza cittadine, un aperitivo presso palazzo Francisci che celebrerà i 20 anni dall’apertura del centro per i disturbi dell’alimentazione e uno spettacolo teatrale, al Parco della Rocca, con la partecipazione di Vittoria Puccini.

Il secondo giorno sarà dedicato a laboratori che coinvolgeranno il pubblico di tutte le età nella sensibilizzazione e il riconoscimento dei disturbi alimentari che, purtroppo, sono sempre più diffusi.

Foto della serata . Credits Chiara Quartucci

 

Palazzo Vescovile di Todi

Palazzo vescovile di Todi

Il 1° giugno riapre  alla fruizione del pubblico il Palazzo Vescovile di Todi .

 

 Il Palazzo Vescovile di Todi: Storia, Architettura e Cosa Vedere

Il Palazzo Vescovile di Todi, situato nel cuore della città umbra, è un gioiello di architettura e storia che attira ogni anno numerosi visitatori. Questo edificio storico non solo rappresenta un esempio straordinario di architettura rinascimentale, ma racconta anche la lunga e affascinante storia della città di Todi. In questo articolo, esploreremo la storia, l’architettura e le principali attrazioni del Palazzo Vescovile di Todi, offrendo una guida completa per chi desidera visitare questo luogo incantevole.

 

Storia del Palazzo Vescovile di Todi

Il Palazzo Vescovile di Todi ha origini antiche, risalenti al XVI secolo, quando fu costruito come residenza dei vescovi della diocesi di Todi. Nel corso dei secoli, l’edificio ha subito numerose modifiche e ampliamenti, che ne hanno arricchito la struttura e l’aspetto. Il palazzo è stato testimone di eventi storici significativi e ha ospitato personaggi illustri, contribuendo a fare di Todi un importante centro religioso e culturale. Il Palazzo fu commissionato dal Vescovo Angelo Cesi , un nume tutelare della città di Todi , grazie a lui infatti  si devono molte opere venute alla luce  a Todi sotto il suo episcopato  ,un gran numero di palazzi rinascimentali, tra cui il palazzo vescovile. Finanziò inoltre la costruzione della Fonte Cesia, che raccoglie le acque provenienti dal Colle della Rocca.
Il Palazzo si erge sul lato sinistro del Duomo e fu terminato nel 1593 secondo il progetto dell’Architetto Gian Domenico Bianchi.

 Architettura del Palazzo Vescovile

L’architettura del Palazzo Vescovile di Todi riflette le diverse epoche storiche che hanno influenzato la sua costruzione. La facciata principale, con le sue eleganti arcate e finestre , è un esempio perfetto dello stile rinascimentale umbro.

Pensato per la vita della Diocesi è strutturato su quattro livelli, secondo criteri ben definiti: al piano inferiore (a livello del cortile e del giardino), erano disposte le cucine, le stalle, le cantine e i magazzini, che si affacciavano su di un portico (oggi chiuso). Dall’ingresso principale, attribuito al Vignola, si poteva accedere agli uffici della curia, alla cancelleria, all’archivio, e alla cattedrale, mentre un ampio scalone conduceva al piano nobile.
L’ultimo piano era destinato alla servitù e al personale al servizio del Vescovo.
Il Palazzo era inoltre dotato di due cisterne per l’approvvigionamento di acqua e, sul lato posteriore, aveva un’uscita per carri e carrozze. Oltre alla scala regia, i vari piani erano collegati da due scale a chiocciola usate solo ed esclusivamente dalla servitù.

 Cosa Vedere al Palazzo Vescovile di Todi

Durante una visita al Palazzo Vescovile di Todi, potrete ammirare:

1. **La Sala del Trono**: Una delle stanze più imponenti del palazzo, decorata con affreschi che rappresentano scene bibliche e figure storiche. La sala del Trono affrescata da Ferraù da Faenza, detto il Faenzone, era la stanza dove il vescovo teneva le udienze, pensata come sala di rappresentanza e apoteosi dell’autorità vescovile; l’apparato decorativo del registro superiore celebra, in una successione di ritratti dotati di cartiglio dedicatorio, tutti i pastori che hanno guidato la diocesi tudertina da San Terenziano ad Angelo Cesi.

2. **La Galleria**: la Galleria era il luogo di passaggio da cui si accedeva agli appartamenti privati del vescovo, attualmente adibiti a sede della biblioteca diocesana. La Galleria, affrescata dal pittore tuderte Andrea Polinori con episodi inerenti la storia di Todi, allegorie ed una grande carta topografica del territorio tudertino, 

3. **La Cappella Privata**: Un piccolo gioiello architettonico, decorato con affreschi e stucchi che creano un’atmosfera di raccoglimento e spiritualità.

 

 Come Visitare il Palazzo Vescovile di Todi

Il Palazzo Vescovile di Todi (Largo A.M. de Sanctis, 6, a lato sinistro del Duomo) nella sua eccezionalità, apre le porte al pubblico.
Apertura 1 e 2 giugno, orario : 10:00 – 13:00 / 15:30 – 19:00
Dal 15 giugno al 30 settembre :
Lunedì : 10:00 – 13:00 | 15:30 – 19:00
Martedì : 10:00 – 13:00 | 15:30 – 19:00
Giovedì : 10:00 – 13:00 | 15:30 – 19:00
Venerdì : 10:00 – 13:00 | 15:30 – 19: 00
Sabato : 15:00 – 19:00
Info e prenotazioni per le visite nei giorni festivi :
Cell. 349 7782583
Cell. 340 8666754
 
Questa la Mappa per vedere l’ingresso al Palazzo Vescovile


. Durante la visita, è possibile partecipare a visite guidate che offrono approfondimenti storici e artistici, rendendo l’esperienza ancora più arricchente.

Il Palazzo Vescovile di Todi è una tappa imperdibile per chiunque visiti l’Umbria. Con la sua ricca storia, l’architettura affascinante e le numerose attrazioni culturali, il palazzo offre un viaggio indimenticabile nel passato. Che siate appassionati di storia, arte o semplicemente alla ricerca di un luogo suggestivo da esplorare, il Palazzo Vescovile di Todi saprà conquistarvi con la sua bellezza e il suo fascino senza tempo.

Visitate Todi e scoprite il tesoro nascosto del suo Palazzo Vescovile – un’esperienza che resterà nel cuore di ogni visitatore.